STATUTO

ARTICOLO 1

COSTITUZIONE – DENOMINAZIONE

E’ costituita ai sensi degli articoli 36, 37 e 38 del Codice Civile, l’Associazione politica e culturale denominata “SOCIALISTA LIBERALE”.

ARTICOLO 2

SEDE

L’Associazione ha sede legale in ROMA (RM), attualmente in Viale Giulio Cesare 47. Potranno essere costituite sedi secondarie e viene stabilito che lo spostamento della sede legale, all’interno del comune di Roma (RM), non comporterà modifica statutaria.

ARTICOLO 3

OGGETTO – SCOPI

L’associazione persegue lo scopo di contribuire alla vita politica e culturale del Paese, come anche inserito nell’attuale perimetro istituzionale della UE.

L’Associazione intende favorire ed incrementare gli studi sul Socialismo e sul movimento socialista italiano ed internazionale.

A tal fine l’associazione potrà dar vita ad ogni momento di partecipazione attiva, nonché dar corso ad ogni attività culturale e sociale ritenuta idonea e coerente con il pensiero democratico, correttamente inserito nell’assetto istituzionale dello Stato di Diritto orientato al riconoscimento delle libertà individuali.

A tal fine, l’associazione potrà compiere ogni atto considerato necessario al raggiungimento del fine associativo. A puro titolo esemplificativo e non esaustivo potrà organizzare, momenti e progetti di studio e di approfondimento, organizzare dibattiti, eventi e manifestazioni, porre in essere campagne di informazione e promozione, nonché dar vita ad iniziative editoriali a carattere indicizzato, locale o nazionale. In generale, l’associazione potrà intraprendere ogni attività di carattere accessorio ritenuta utile al raggiungimento del fine associativo.

ARTICOLO 4

DURATA

La durata dell’Associazione è fissata fino al 31 Dicembre 2080.

 

ARTICOLO 5

ASSOCIATI

Possono aderire all’Associazione persone fisiche od Enti giuridici.

Sulle domande di adesione delibera insindacabilmente il direttivo, il quale dovrà verificare la sussistenza di requisiti di compatibilità politica e di onorabilità da ritenersi imprescindibili.

ARTICOLO 6

ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE

Gli organi dell’Associazione sono:

  1. L’Assemblea degli Associati
  2. IL Direttivo
  3. Il Presidente

ARTICOLO 7

ASSEMBLEA DEGLI ASSOCIATI

L’assemblea degli Associati è sovrana nella individuazione delle linee di azione, di condotta e di intervento dell’Associazione e pertanto ad essa compete la nomina di tutti gli organi dell’Associazione. L’Assemblea si riunirà almeno una volta l’anno, comunque entro il 30 giugno, per deliberare in ordine all’approvazione del bilancio di esercizio, sia consuntivo sia previsionale e, ricorrendone la scadenza, per procedere al rinnovo degli organi dell’Associazione. Alla convocazione dell’Assemblea provvede il Presidente a mezzo di e-mail, fax o raccomandata da inviarsi almeno sette giorni prima della riunione. Qualora non provveda il Presidente, in caso di obbligo statutario, l’Assemblea potrà essere convocata ad opera di almeno i due terzi degli Associati.  L’Assemblea delibera, in prima convocazione, a maggioranza degli associati. In seconda convocazione sarà invece sufficiente il voto favorevole pari alla maggioranza degli intervenuti.

Ciascun Associato potrà presenziare in Assemblea anche per il tramite di un proprio delegato. Nessuno potrà tuttavia presenziare in Assemblea su delega di più di due Associati.

Le riunioni dell’Assemblea potranno svolgersi anche in remoto, utilizzando i canali web e gli strumenti informatici di videoconferenza disponibili al momento.

 

 

 ARTICOLO 8

IL DIRETTIVO

Il Consiglio Direttivo e composto da un numero minimo di tre consiglieri e massimo di tredici , eletti dall’assemblea ordinaria fra soci e resta in carica per 5 anni. I membri  del Consiglio sono rieleggibili.

Il Consiglio Direttivo si riunisce ogni qualvolta il Presidente o la maggioranza dei propri componenti lo ritengono necessario. Esso è presieduto dal Presidente. In caso di assenza o impedimento del Presidente tutte le mansioni aspettano ad un consigliere delegato dal Direttivo.

IL consiglio Direttivo redige i programmi di attività sociale previsti dallo statuto sulla base delle linee approvate dall’Assemblea dei soci, delibera  circa l’ammissione, la sospensione ,la radiazione e l’espulsione dei soci motivandone la scelta

Determina l’ammontare delle quote sociali di iscrizione e delle quote associative annuali

 

ARTICOLO 9

PRESIDENTE

Il Presidente è il Legale Rappresentante dell’Associazione. Egli è munito di ogni potere di ordinaria e straordinaria amministrazione. Il Presidente dura in carica cinque anni. Al Presidente spetta di convocare e sopraintendere le riunioni dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo. Al Presidente è affidato l’incarico di coordinare, nel suo complesso, l’azione dell’Associazione al fine di garantire il rispetto dei vincoli statutari e dell’oggetto associativo.

 

ARTICOLO 10

PATRIMONIO, ESERCIZI E BILANCI (RENDICONTI)

Il Patrimonio dell’Associazione è costituito dalle eventuali quote iniziale od annuali poste a carico degli associati e che saranno stabilite dal Direttivo. Potranno inoltre far parte del patrimonio dell’Associazione contribuzioni, pubbliche e/o private, donazioni o lasciti disposti anche da terzi, sia persone fisiche che giuridiche.

L’esercizio dell’associazione coincide con l’anno solare e quindi si chiude al trentuno dicembre di ogni anno.

Il bilancio d’esercizio, consuntivo e preventivo, deve essere redatto dal Presidente in tempo utile a consentirne l’approvazione assembleare nel rispetto dei termini rappresentati al precedente articolo 7.

Sarà facoltà dell’Assemblea richiedere che il bilancio d’esercizio venga sottoposto a verifica da un revisore in possesso di idonei requisiti professionali. Il Presidente per tali incombenze potrà avvalersi di collaboratori esterni all’Associazione.

ARTICOLO 11

SCIOGLIMENTO

L’Associazione potrà sciogliersi in via anticipata rispetto alla scadenza, con delibera assunta dall’Assemblea degli Associati con votazione favorevole pari ad almeno i due terzi degli aventi diritto di voto. Qualora l’Associazione si estingua, i beni che residueranno dalla liquidazione verranno devoluti secondo quanto deliberato dalla Assemblea degli Associati nel rispetto della normativa vigente.

ARTICOLO 12

ALTRE DISPOSIZIONI

– le quote di tesseramento od i contributi eventualmente versati dagli associati sono intrasmissibili e non rivalutabili;

– per quanto non previsto nel presente Statuto si fa rinvio alla specifica normativa dettata dal Codice Civile, in quanto applicabile;

– per eventuali conflitti è competente il Foro di Roma (RM).